COVID-19 – DL 6.4.2020 – L’ENNESIMO BLOCCO DEL SETTORE “STRATEGICO” GIUSTIZIA E IL BAZOOKA DISARMATO DEI PRESTITI GARANTITI ALLE IMPRESE.

COVID-19 – DL 6.4.2020 – L’ENNESIMO BLOCCO DEL SETTORE “STRATEGICO” GIUSTIZIA E IL BAZOOKA DISARMATO DEI PRESTITI GARANTITI ALLE IMPRESE.


Il Governo dispone l’ennesimo blocco indiscriminato del settore giustizia, evidentemente non così “strategico”, per un’altro mese, sino all’11 maggio 2020, augurando buona Pasqua e buon Primo Maggio ad un’avvocatura apicale sempre più lontana dalla base, forse troppo spesso distratta da guerre fratricide di potere (vedi CNF). La base poi sembra oramai quasi stordita, rassegnata a modesti 600 euro assistenziali per il mese di marzo (per chi ne avrà diritto), nel mentre i politici e tutti gli altri operatori statali del sistema sospeso, continuano a viaggiare senza affanni, a velocità ridotta o quasi fermi, ma a serbatoio pieno, certo dispiaciuti per il momento difficile della classe forense.

Non è tempo di indugiare, il sistema strategico giudiziario può e deve riprendere subito a funzionare, salvo poche limitazioni, e pur con le cautele del caso, rendendo operativi gli strumenti organizzativi che la stessa disciplina statale d’emergenza prevede (udienze in videoconferenza o a trattazione scritta), ma che sinora stentano a partire solo per ritardi organizzativi del medesimo apparato pubblico che invece dovrebbe garantirne urgente applicazione.

L’annunciato “bazooka” finanziario di centinaia di miliardi a favore delle imprese si disvela sostanzialmente disarmato di fronte ad una platea di destinatari che, secondo il Governo, per ripartire, dovrebbero indebitarsi ancora più di quanto già lo sia, con altissima probabilità che ben presto non sarà in grado di onorare l’ulteriore debito contratto. Certo, a questo punto entrerà in campo “il bazooka” disarmato dello Stato che, quale garante a prima richiesta, pagherà la Banca, ma poi, come in un gioco dell’oca dove tutto ritorna alla partenza, agirà in regresso nei confronti delle imprese per la restituzione di quanto pagato alla Banca, con un tasso di interesse ad oggi ancora sconosciuto. Insomma tra bazooka e gioco dell’oca, come spesso accade, un solo soldato-giocatore vincerà la partita, la BANCA, tutti gli altri si ritroveranno solo più indebitati di prima.

Le imprese hanno bisogno di ripartire il prima possibile e soprattutto con liquidità vera, senza ulteriore indebitamento.