Preliminare di vendita immobili in costruzione: l’atto notarile diventa obbligatorio.

Preliminare di vendita immobili in costruzione: l’atto notarile diventa obbligatorio.

Il nuovo codice della crisi d’impresa (L. 155/2017), oltre a riformare tutta la normativa in materia di fallimento e procedure concorsuali, ha introdotto importanti novità anche per i contratti preliminari di immobili in costruzione.

In particolare, in virtù di quanto previsto dal nuovo art. 12, lett. a) e b), del Codice, entrato in vigore il 16 marzo 2019, i contratti aventi ad oggetto il trasferimento non immediato della proprietà o altro diritto reale di godimento su immobili da costruire, dovranno  essere stipulati per atto pubblico o per scrittura privata autenticata da una notaio.

La norma è di natura imperativa, perciò la sua violazione comporta la nullità del contratto stesso.

Inoltre il Codice della Crisi d’impresa e dell’insolvenza prevede alcuni restrizioni su fideiussione e garanzia assicurativa rilasciata dal costruttore. In particolare, dal 16 marzo viene previsto che:

  • il costruttore rilascia una fideiussione e una polizza assicurativa conformi ai modelli standard;
  • il contratto preliminare deve indicare che la fideiussione sia conforme al modello standard così come la polizza assicurativa;
  • l’acquirente può invocare la nullità del contratto qualora non sia stata prodotta dal costruttore la polizza assicurativa.

Importante anche la modifica che prevede che l’acquirente possa escutere la fideiussione qualora il costruttore entri in una situazione di crisi e nel caso in cui il notaio stesso comunichi che al momento della stipula del contratto definitivo, non sia stata prodotta la polizza assicurativa.